BEDFORD SLIM (Done and Gone) ☻☻☻
 di Rino 'Pili' Colangelo Iacovella



        

  Recensione del  01/09/2022
    

Bluesman per caso, Adam Hurst aka Bedford Slim č un ‘one-man-band’ che ama inoltrarsi nel delta blues, fermarsi a piedi davanti al semaforo rosso della vita, su una strada deserta circondata dal nulla ricchissimo della natura, sponda Mississippi.
Ballate che entrano sottopelle (Count Your Days a I Want You) dalla parte degli umani, di quelli che alla fine ce la fanno, anche se a fatica, quelli che si confrontano con quel baratro che č la mancanza di un affetto, e lo fanno attraverso la memoria addolcita di Whiskey Blues e Shake Sugar.
Al termine del tunnel di Done and Gone e della carezzevole What More Can I Say, quella malinconica tenerezza blues non occupa lo spazio della sofferenza, ma del piacere di ascoltare Bedford Slim.