AMERICANS (Stand True) ☻☻☻☻
 di Rino 'Pili' Colangelo Iacovella



             

  Recensione del  08/06/2022
    

Salto in avanti per il trio The Americans, il contesto dell’american rock è più incisivo, Patrick Ferris e Zac Sokolow sono più convincenti alla chitarra e la Title track è un bel modo di presentare Stand True.
Non c’è bisogno di trovare sempre una quadratura, fuori il mondo va Avanti lo stesso, non c’è Disaccordo, nessuna Incompatibilità col piacere che cresce in quel lungo solo alla chitarra che abbraccia malinconia e riscatto.
Dalla West Coast le fiammate rock spronano in Give Way come il senso della melodia in The Day I Let You Down si tira dietro riflessioni che diventano sempre più grandi, come un mostro di cui nessuno riesce più a calcolare il peso (la famiglia), le malattie (i problemi), le disfunzioni.
Ballate ariose che guardano le cose dall’esterno e si procede inseguendo mappe del rock sostenibili (What I Would Do, Orion a Guest of Honor), tanto più se i The Americans si impegnano a viverle e trascenderle fino a Here with You.
È come ancorarsi a qualcosa di già noto, di familiare, e non è un male dopotutto.