BRENT COBB (And Now, Let's Turn To Page) ☻☻☻
 di Rino 'Pili' Colangelo Iacovella



             

  Recensione del  10/03/2022
    

Brent Cobb si lascia condurre dai postumi di un grave incidente automobilistico, e scampato alla morte sceglie come ispirazione al nuovo disco una collezione di brani gospel del suo passato.
And Now, Let’s Turn To Page è quindi un disco spirituale, religione e ricordi di quando le ascoltava da ragazzo, il country/rock occupa tutta una serie di posizioni più defilate, lateralmente o negli angoli, creano comunque linee di fuga prospettiche molto marcate in una serie di aggraziate ballate con guizzi elettrici e avvolgenti melodie come nell’unico brano originale, When It's My Time.
Brani ricchi di superfici emozionali riflettenti e di riflessi melodici, si spingono sino a procurare ottiche sul rock intriganti (Are You Washed in the Blood? e We Shall Rise), come dei ‘lens flares’, sorgenti elettriche luminose a provocare nuovi percorsi a And Now, Let’s Turn To Page.
In controluce sulle gesta del Cristo e dei suoi fondamenti religiosi, come la grazia di Old Country Church, Brent Cobb invita a ricongiungere frammenti di noi stessi e riavvicinarci a forti vibrazioni della nostra interiorità.
Alleluia, allora.