Cerca Recensioni
      STEVE EARLE & THE SUPERSUCKERS (Steve Earle & The Supersuckers) •••½

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  30/01/2004       
    

Questo è il primo di una serie di progetti che l'iper attivo Steve Earle farà nel corso di questo 1997. Si tratta di un EP, cinque canzoni (costo non superiore alle ventimila lire), che raccoglie delle sessions fatte a Seattle, alla fine del '96, tra Steve e la punk band locale Supersuckers. I Supersuckers, che con il recente album «Must 've been high» hanno mostrato un'aperta predilezione per la musica country (peraltro riletta in modo abbastanza superficiale) sono comunque una cult band nell'ambito dei circuiti punk. Steve non ha mai disdegnato il rock giovanile, ha sempre avuto una predilezione per sperimentare la sua musica in una nuova veste, e qui chiarifica i suoi progetti e le sue idee.
L'EP, che contiene tre canzoni nuove, più due prese dai rispettivi repertori, è comunque interessante, anche se, personalmente, preferisco Steve Earle alle prese con la propria musica e non nelle vesti di country singer con una punk band. Comunque, almeno nei tre brani nuovi, si notano delle cose interessanti. Molto bella, è la migliore delle tre, è la cover di «Before they make me run», presa dal repertorio dei Rolling Stones, una band che Steve ha sempre amato.
L'approccio è quello giusto, ruvido e graffiante, con la chitarra che fende l'aria e la voce arrocchita di Steve che prende possesso del brano e lo fa suo. Meno riuscita è «Angel is the devil», un rock tirato ed eccessivo, che ha molta grinta, ma che si ferma ad una fusione di punk e country piuttosto sommaria. Meglio invece il brano d'apertura: «Creepy jacklope eye». La canzone, che è dei Supersuckers, è riletta con personalità dalla voce di Steve, mentre la base musicale è più creativa rispetto alla canzone descritta in precedenza.
Pur non essendo una grande canzone, Steve riesce a renderla bene con la sua voce espressiva. Gli ultimi due brani sono già conosciuti: «Creepy jackalope eye» nella versione originale dei Supersuckers e «Angel is the devil» tratta dall'eccellente «Train a comin'» dello stesso Earle. Da queste session è fuoriuscita anche un'altra canzone: «New York». Si tratta di una nuova composizione di Steve dove Earle canta ed i Supersuckers fanno da backing band.
La canzone verrà inclusa nel prossimo album di Steve, intitolato «El corazon», che vedrà la luce entro la fine di ottobre di quest'anno. Steve, che ha completato le incisioni del suo disco, adesso è in studio con Cheri Knight, un'altra artista della sua scuderia E Squared, e sta producendo il disco della ex cantante dei Blood Oranges.






 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2020©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
SCRIVI ALLA REDAZIONE