RYAN ADAMS (FM) ☻☻☻
 di Rino 'Pili' Colangelo Iacovella



             

  Recensione del  01/09/2022
    

In sei mesi del nuovo anno ben 3 dischi, il prolifico Ryan Adams azzecca solo FM, ed è già notizia pensando all’opaco recente passato.
Avvolto da scandali e alcol a frotte, sceglie il rock tra rimorsi e sentimenti di rivalsa per aprirsi un varco nel periodaccio che lo avvolge.
Si nota dall’accattivante suono di I Want You, che bada al sodo, una mezz’oretta incoraggiante, Wild and Hopeless, Do You Feel e So Dumb, ballate (Fairweather e Someday) a sfuggire dalle costrizioni di un prodotto lineare e porta il suo FM verso un testacoda.
Lo fa appositamente Ryan Adams, per creare alternative e godere della massima libertà: esattamente come FM che tende a sbandare, ma non va mai fuori strada.