Cerca Recensioni
      BRIAN DOLZANI (We Are Magic) ☻☻☻☻

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  12/03/2021                       
    

Il passato musicale di Brian Dolzani è come una galassia in rotazione, lì un Folksinger totalmente indipendente si muove nell’americana, ama vagabondare lungo le strade del Sud Americano, dal New England a Nashville fino in Texas.
I suoi dischi sono pregni di esperienze di vita, di luoghi e persone, sono linee che dimostrano in pieno il loro carattere non definitivo anche nel caso di We Are Magic.
Come incamminarsi a piedi, senza fretta, fermarsi, guardare e raccontare ciò che si è visto a chi abbia voglia di rallentare la corsa a sua volta, per ascoltare e capire che la stoffa da songwriter è di ottima qualità come le melodie.
Da Be My Tonight andando sulla realtà in scivolata su una base elettrica convincente, la stessa We Are Magic, Valley Town e Sun Shine Again, lo stile di Brian Dolzani contribuisce a creare una sospensione su un vuoto già pieno, per così dire, di qualcos'altro, cioè di scampoli di un tempo altro, dove liberare idee e musica con la base elettrica che resta prelibata in What Would You Do for Love? e Back Home.
We Are Magic è come un contenitore dai bordi sfrangiati nella disamina di What Kind of World Is It?, Brian Dolzani accoglie e amalgama segni di provenienza diversa, lavora contemporaneamente sulla materia viva dei corpi e riscrivendoli con ballate (la sopraffina bellezza di Melancholy Waves) che aprono un gioco ininterrotto di rilanci e rimandi, di risposte e interrogazioni, che partono dal corpo e sempre al corpo ritornano.
Puntando sul sapore quasi tangibile della libertà, l’aria esplode e percorre le strade di We Are Magic e contagia tutti in Valley Town, dove i sentimenti e la loro esistenza tra Need a Lotta Love e Learn to Love sono come piccole idee che nel loro piccolo hanno il loro peso, non le nasconde Brian Dolzani e anzi ne fa materia di riflessione fino alla conclusiva Home to You, portandole alla luce del testo.
Quando ci si ritrova davanti a bei dischi, questi si allargano, piano piano, a dismisura nel tempo.
Concedetelo a We Are Magic.



     



 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2021©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
SCRIVI ALLA REDAZIONE