Cerca Recensioni
      HOLMAN AUTRY BAND (Roots) •••½

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  24/07/2019             
    

Quello della Holman Autry Band (al quinto disco) è un rock sudista mai troppo crudo che non ama la messa in scena troppo studiata, compare qualche azzeccata contaminazione country poco scenografica utile a ravvivar il colore di Roots, come in passato, molto ben definito.
Prediligono l'immediatezza chitarristica e nel disordine dell'esistente la band della Georgia sa costruirsi i propri spazi, Keys in the Truck e Roots Cotton Gin propongono una interessante combinazione di stili, nascono e crescono in uno spazio melodico sondabile facilmente, vi si fondono e vi si respingono umori country/sudisti simili a nubi gonfie di elettricità.
Il lavoro di Brodye Brooks e Josh Walker, voci e chitarre, funziona sia come ritratto della provincia americana sia come primo accenno di discesa agli inferi tra le morbide Dam Fishing e Small Price con dall’altra la trascinante Louisiana Lucy e la magnetica Great American Tragedy.
Aumentando il numero dei fattori tra country e rock, dalla vertigine di Your Own Disaster si arriva all’equilibrio da songwriter rodato in Something Old e della piacevole Where the Song Went.
Non ci sono furberie con la Holman Autry Band, solo belle canzoni.



     



 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2019©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
SCRIVI ALLA REDAZIONE