Cerca Recensioni
      HUBERT#06 (One Man Delta Blues Show ) •••½

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  22/01/2019          
    

Dal dipartimento 06 di Nizza l’amore per il delta blues, quello rurale dal Mississippi e con solo la chitarra slide nasce One Man Delta Blues Show.
Registrazioni fatte in casa, come si usava un tempo senza il basso, un tributo ai classici del passato con dell’autentico buon vecchio blues, l’armonica accompagna Hubert#06 nell’iniziale Jack O'diamonds, la chitarra slide domina God Moves on the Water e non abbandona la presa cercando comunque di non invadere più del lecito nelle affascinanti Payday e Tell Me How You Want Your Rolling Done.
Con The River of Jordan subentra una sorta di tempo a macchie nel blues, distorto in Highwater Everywhere, ripetizioni ammalianti in Six Little Puppies & Twelve Little Shaggy Hounds che provocano avvicinamenti e fughe conseguenti tra Broken Down Engine Blues e la flemma di Two White Horses e l’acustica Frankie & Albert.
Non stabilisce dei confini One Man Delta Blues Show, ma lascia che quel mondo, lontano, entri a far parte della sua geografia di suoni, e tutto cambia quando ascolterete Hubert#06, un disco che prende dimora e comincia a disegnare lo spazio della propria presenza nel presente.



     



 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2019©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
SCRIVI ALLA REDAZIONE