Cerca Recensioni
      RAY BONNEVILLE (At King Electric) ••••

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  30/10/2018                 
    

Come sempre attratto dal legame profondo tra il paesaggio americano e chi lo abita o lo percorre, dalla testimonianza che diventa tramite di una seducente amalgama di parole e suoni, Ray Bonneville confeziona un altro disco ricco di immagini e parole nude, di ballate brucianti quando si parla di amore e donne, l’avvio di Waiting On The Night ma anche Until Such A Day e Tender Heart.
Amore come una tempesta o un gioco di carte in Next Card To Fall o rivisto sotto altre aspetti, quelli di un semplice vincere o perdere in It’ll Make A Hole In You, At King Electric trepida al servizio del blues in South Of The Blues come lo sguardo materializzato in note che non si acquietano mai nella corrucciata Codeine, tempestata di Diavoli tentatori.
Si divincolano anche in The Day They Let Me Out dove lo spostamento d’asse permette d’inquadrare con maggior precisione il dettaglio sociale, per un altro angolo di osservazione molto intrigante, resta la strumentale Riverside Drive dalla luce più foca, ma i colori attenuati di At King Electric piaceranno a molti.



           



 

 
Foto Gallery
 
     
   
2004-2018   ©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / DISCLAIMER