Cerca Recensioni
      HILL COUNTRY REVUE (HCR III) •••½

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  31/08/2018                 
    

Nel 2008 Cody Dickinson e Chris Chew dei North Mississippi Allstars insieme a un gruppo di fedeli musicisti formano la band Hill Country Revue, blues/rock spigoloso che a distanza di tempo, sembra ancora ribollire di energia a sentire HCR III.
Energia viva, come di occhi appena aperti, sul blues di Feel it, chitarre spianate in We don't Care, l’ombra del rock decompone e stacca la noia dal muro del quotidiano e riduce a pulvisco i problemi, provate..
Il blues è come arma di seduzione in Feeling the blues e I play the Blues, serve ad attrarre quante più anime possibili e condurle in un luogo in cui esse vengono assimilate come in una sorta di ‘liquido’, elettrico, chitarristico, all’interno del quale la mente viene letteralmente svuotata.
Gave me the Blues chiude un inequivocabile movimento di suoni concentrici all’interno di uno spazio chiaro, si allinea in HCR III quando si congiungono armonica e la melodia ipnotica di Nightmare Riding my Back andando a definire un reale movimento della Hill Country Revue su una superficie all’apparenza ridondante nel finale con We don't Stop e It's going Down, ma che invece sotterraneamente cova nuove lodevoli aspirazioni, promesse, armonie di qualità.



           



 

 
Foto Gallery
 
     
   
2004-2018   ©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / DISCLAIMER