Cerca Recensioni
      LIVING ROOM HEROES (Welcome to the Circus) ••••

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  07/04/2018             
    

Americana, radici sudiste e rock, uno schema a cui si fatica a sfuggire, il secondo disco della band olandese dei Living Room Heroes è una levigata tavolozza cromatica che va a succhiare luminosità da fonti/lampi di luce delle chitarre.
Brani avvolgenti, da Better Days agli intriganti squarci agresti che si aprono in Things I Won't Do alla deliziosa ballata di Restless Soul, le melodie hanno così il potere di toccare l’ascoltatore che arriva a percepire i suoni attraverso il corpo e le sue terminazioni nervose, vibrando fisicamente all’unisono con quello che propongono le ruvide ma ardenti Hey America e Stop That Bronco, o la stessa Wrong Kind Of Crazy.
I Living Room Heroes sposano la più sottile allusività al rock, portando l’istanza narrante di Welcome to The Circus ad amalgamarsi e a smarrirsi nelle forme del paesaggio americano, nel suo ineffabile fluire.
Qualche calco di modelli preesistenti c’è, ma si innestano tra Freedom, Waiting e Heading Back Home come spore, a de-costruire e ri-costruire un suono che agisce nel segno di un’identità in transito sulle strade Americane, ma è funzionale all’aria fresca che si respira in Welcome To The Circus (title track compresa).
Nessun volo pindarico, ma un ottimo disco di mestiere. Ce ne fossero.



     



 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2019©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
SCRIVI ALLA REDAZIONE