Cerca Recensioni
      SLAID CLEAVES (Ghost On The Car Radio) •••½

                     Versione per la Stampante
 


 
 
  Recensione del  06/09/2017                 
    

La Working Class e le speranze del popolo Americano restano la base dei dischi di Slaid Cleaves, politica, economia, cuori spezzati e anime frustate alla ricerca di qualcosa, lo stile tra americana e ritmiche agresti cantautorali texane restano il punto fermo anche di Ghost on the Car Radio, c’è ancora da dire e Slaid Cleaves resta concentrato e la sua musica non delude (mai).
Already Gone e Drunken Barber's Hand non 'parlano' al vento, i cambi di ritmo fungono da specchio al racconto che inghiotte corpi e storie di riflessioni in prima persona sempre molto taglienti, le ballate non deludono (If I Had a Heart, Hickory, To Be Held e Primer Gray) e le emozioni vanno e vengono come nuvole, poi l'amore non è un sentimento, l'amore va dimostrato, mica facile…
Le cadenze country di Little Guys con le punte rock di Take Home Pay e Still Be Mine mostrano che Slaid Cleaves sa ancora costeggiare la retta via texana, scolora sempre di più fino a scomparire mentre Ghost on the Car Radio si allontana.



           



 

 
Foto Gallery
     
     
   
2004-2019©   PRIVACY POLICY
 

CONTATTI / INFORMAZIONI

 
 
Scrivi Alla Redazione